Alla scoperta della millenaria sorgente di Olmitello – Parte 1

Questa mattina l’Associazione Culturale Luce e verità si è spinta fin dove è stato possibile all’interno del cavone dell’Olmitello alla ricerca della mitica sorgente d’acqua; inutile ricordare lo stato pietoso in cui versa l’intera zona. La transenna riguardante il divieto di accesso è stata tolta come se il problema fosse stato l’acqua che purtroppo non scorre più. L’intera area è abbandonata ed immersa in un degrado allucinante. Tutti gli sforzi dei nostri avi di tenere fruibile quest’importante risorsa idrica sono andati persi. Si sono calpestate le nostre radici. Un plauso particolare, per questo, è indirizzato a chi è responsabile di questo sfacelo. Rimangono le foto, suggestive, alla quale aggiungeremo il prima possibile il rimanente percorso!

2 commenti:

  1. Ho esplorato pochi giorni fa la gola dell’Olmitello, è vero che è in completo degrado, almeno prima l’acqua la faceva da padrona, credo che oltre all’incuria lo stabilimento di Nitrodi che è a monte trattenga tutta l’acqua che confluiva nella gola. In più la stessa sorgente dell’Olmitello si è (o è stata) prosciugata.
    È una mia riflessione

    • Sembra che la sorgente di Olmitello sia ancora in grado di elargire acqua. Forse qualcosa si muove a livello Amministrativo. Tuttavia sono in molti a pensare che lo stabilimento di Nitrodi a monte penalizzi fortemente questa sorgente. Speriamo in bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *